IT

EN

Nice to meet you



Alessia Tomba nasce a Milano e da sempre lavora nell’hinterland Milanese svolgendo attività privata a Monza.

Si laurea nel 1997 in psicologia clinica ad indirizzo evolutivo ottenendo lode e dignità di stampa, si specializza con lode in Psicoterapia presso la Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica dell’età evolutiva (SPP) di Milano nel 2003 e dedica da subito la sua carriera professionale all’ambito minorile lavorando per lo più nei servizi a tutela dell’infanzia e della genitorialità. Rivolge nello stesso tempo il suo interesse anche alla cura e alla presa in carico dell’adulto in ambito privato.

Negli ultimi anni si specializza in psicotraumatologia, ottenendo certificazione europea di EMDR Practitioner e completando il primo e il secondo livello del training in Psicoterapia Sensomotoria presso il Sensorymotor Psychoterapy Institute (Colorado–Usa) con Psicosoma (Milano).

Utilizza oggi un approccio psicoterapeutico che ha preso avvio da una significativa base psicodinamica (prendendo come riferimento autori quali Klein, Winnicott, Bion, Bowlby, Fonagy, Stern) sulla quale ha integrato l’approccio cognitivo (teoria dell’attaccamento e dello sviluppo), e corporeo – sensomotorio (Odgen, Minton, R.Kurtz, Siegel, Kabat Zin).

Il suo costante interesse e lavoro per l’età evolutiva l’ha indotta negli ultimi tempi a sviluppare un vero e proprio lavoro clinico e di ricerca volto a individuare modalità più specifiche nel trattamento dei traumi infantili; per fare questo la dott.ssa Tomba rivede e rivaluta tutto quanto fin ora ha acquisito sia come esperienza clinica sul campo che come formazione specialistica maturata.

Le moderne teorie sulla dissociazione strutturale e sul funzionamento post-traumatico a cui la dott.ssa Tomba fa riferimento (in particolare la teoria della dissociazione strutturale di O. Van Der Hart, K. Steele e E.R.S. Nijenhuis e la concettualizzazione sul trattamento del trauma che appartiene alla tecnica EMDR – da F.Shapiro a D. Mosquera – e alla psicoterapia sensomotoria) sono quasi sempre centrate sull’adulto sia nella descrizione clinica che nelle indicazioni sul trattamento; da qui la dott.ssa Tomba parte per individuare il modo migliore per tradurre, integrare ed adattare tutto questo a misura di bambino… impresa non semplice che la dottoressa però sta affrontando con passione e creatività.

Da qui arrivano per esempio le PiTiPies, nome che la dottoressa dà alle sue “Puppets for Trauma’s Psychoterapy” inventate e depositate (come design protetto) proprio come strumento clinico di ausilio nella psicotraumatologia infantile.

Sempre da questa premessa deriva un corposo lavoro che la dott.ssa Tomba ed altre colleghe stanno effettuando per definire dei protocolli di intervento e presa in carico in particolari categorie di pazienti quali per esempio i bambini adottivi.

La dottoressa parallelamente si è sempre occupata anche degli adulti in una modalità che nella pratica clinica trae spunto, in alcuni aspetti , da una celebre frase pronunciata dal Piccolo Principe nell’omonimo libro di A. de Saint-Exupéry, e cioè:

“…Tutti i grandi sono stati bambini una volta.
(ma pochi di essi se ne ricordano)…”

burningman

La dott.ssa Tomba è tra coloro che mantengono aperto questo collegamento e che cercano di sfruttare il costante legame con il mondo interno che appartiene anche all’infanzia per trovare maggiori e migliori strumenti di lavoro sia con i Piccoli che con i Grandi.

Già anche i Grandi possono trarre grande sollievo dalla riapertura del dialogo con i loro “bambini interni”… a questi ultimi infatti appartengono la maggior parte delle ferite o dei traumi che portano le persone a ricercare poi interventi di cura quali la psicoterapia, spesso con loro i Grandi interrompono la comunicazione nell’estremo tentativo di dimenticare così tutto quanto di doloroso è appartenuto allo loro infanzia…

Non funziona

In ogni adulto sofferente, disperato, preoccupato, confuso o disregolato, se si osserva bene, si riescono a trovare i tratti, le espressioni, la postura, i movimenti e talvolta persino la voce del piccolo bambino che ancora aspetta di essere trovato ed ascoltato… sembra quasi una vera e propria caccia al tesoro!

Non sempre è facile iniziarla. Talvolta mancano gli strumenti, le mappe, le risorse, ci si sente in pericolo… Non si sa neanche di che tesoro si tratti.

Da qui comincia la psicoterapia, qui inizia l’incontro con la psicoterapeuta, la preparazione di un viaggio.

Esperienza

Psicologa e dal 2003 Psicoterapeuta
Lavoratore autonomo
Monza e Brianza

Psicologa Psicoterapeuta
Clinica Pediatrica
Fondazione MBBM Monza
Ospedale San Gerardo

aprile 2011 – dicembre 2013
Monza (MB)


Psicologa
Comune di Monza
Maggio 2000 – aprile 2011
Monza (MB)


Psicologa Coordinatrice Nidi
Cooperativa Sociale Stripes
marzo 1999 – maggio 2000
Limbiate (MI)


Psicologa
Comune di Monza Servizi Sociali - Tutela Minori
maggio 2000 – aprile 2011 (11 anni)Monza e Brianza

Formazione

Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica dell’Età Evolutiva
1999 – 2003
Diploma in Psicoterapia con lode
Milano


Università Statale di Torino
Corso di Laurea in Psicologia clinica ad indirizzo evolutivo Laurea con lode nel marzo 1997
Torino

EMDR Europe – Associazione EMDR Italia
Dal 2012
Accredited Practitioner in Emdr n°6484 Terapia finalizzata all’elaborazione adattiva dei ricordi e/o delle esperienze traumatiche, riconosciuta ed evidence based a livello internazionale Milano
aprile 2011 – dicembre 2013
Monza (MB)